d

SHIBUMI DIGITAL

Via Montenapoleone, 8 – 20121 Milano

Corso Umberto I, 78 – 74123 Taranto

info@shibumidigital.com

Newsletter

le differenze tra piano editoriale e calendario editoriale shibumi digital

Le Differenze tra Piano Editoriale e Calendario Editoriale

Le Differenze Tra Piano Editoriale e Calendario Editoriale: Ecco quali sono

In un mondo digitale in costante evoluzione, comprendere le sottili ma significative differenze tra piano editoriale e calendario editoriale è fondamentale per chiunque voglia avere successo nell’ambito del content marketing. Questo articolo è dedicato a spiegare in modo chiaro e dettagliato queste differenze. Scopriremo come entrambi gli strumenti siano cruciali nella strategia di contenuto e come possano essere utilizzati in modo efficace.

Cos’è un Piano Editoriale?

Il piano editoriale è la strategia di fondo che guida la creazione di contenuti di un’azienda o di un brand. Funziona come una bussola, indicando la direzione generale e gli obiettivi di lungo termine della tua strategia di contenuto.

Caratteristiche del Piano Editoriale

  • Obiettivi: Definisce gli obiettivi di contenuto, sia generali che specifici, che si vogliono raggiungere.
  • Target di Riferimento: Identifica il pubblico target e le sue esigenze, per creare contenuti su misura.
  • Temi e Argomenti: Stabilisce i temi principali da trattare, allineati con gli interessi del pubblico e gli obiettivi aziendali.
  • Tone of Voice: Determina lo stile e il tono di voce da mantenere nei contenuti, per garantire coerenza e riconoscibilità del brand.

Esempio di Piano Editoriale

Immagina di gestire un’azienda nel settore dell’alimentazione sana. Il tuo piano editoriale potrebbe includere obiettivi come aumentare la consapevolezza sulle diete vegane, identificare come target i giovani adulti interessati al fitness e decidere di pubblicare contenuti che promuovono ricette vegane facili, consigli per una vita sana e storie di successo di chi ha cambiato vita grazie a una dieta vegana.

Cos’è un Calendario Editoriale?

Il calendario editoriale, d’altro canto, è uno strumento più pratico e organizzativo. È il piano d’azione che stabilisce quando e dove verranno pubblicati i contenuti.

Caratteristiche del Calendario Editoriale

  • Pianificazione Temporale: Indica le date specifiche di pubblicazione per ogni contenuto.
  • Piattaforme: Specifica le piattaforme su cui verranno pubblicati i contenuti (blog, social media, newsletter).
  • Responsabilità: Assegna compiti e responsabilità ai membri del team, stabilendo chi crea, chi revisiona e chi pubblica i contenuti.
  • Monitoraggio: Include metriche e KPI per monitorare le performance dei contenuti pubblicati.

Esempio di Calendario Editoriale

Basandoci sull’esempio del piano editoriale sull’alimentazione sana, il tuo calendario editoriale potrebbe prevedere la pubblicazione di una nuova ricetta vegana ogni lunedì sul blog, la condivisione di storie di successo ogni giovedì su Instagram e l’invio di una newsletter mensile con consigli per una vita sana e offerte esclusive per i tuoi follower.

Conclusione

La distinzione tra piano editoriale e calendario editoriale è sottile ma fondamentale. Mentre il piano editoriale si concentra sugli obiettivi strategici e sul “perché” dietro ai contenuti, il calendario editoriale organizza il “come”, il “quando” e il “dove” della pubblicazione. Entrambi sono essenziali per una strategia di content marketing efficace e integrata. Utilizzando esempi pratici, abbiamo illustrato come questi strumenti si completino a vicenda, guidando i content creator verso il successo nel vasto mondo digitale.

Vuoi saperne di più? Scrivici nei commenti

Contatta Shibumi per saperne di più.

Inviaci un messaggio su Whatsapp per fissare un appuntamento.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulle nostre attività seguici su Facebook, Instagram e LinkedIn oppure iscriviti alla nostra Newsletter

Add Comment